Il “Cimento” di Gianni Paxia a Schiara: un vino nato per amore - Liguria Wine Shop

Il “Cimento” di Gianni Paxia a Schiara: un vino nato per amore

Prende le mosse da Schiara, nel Parco Nazionale delle Cinque Terre, una storia di Liguria di quelle belle, che vorresti leggere e rileggere ogni giorno. Una storia di recupero di un territorio fragile, di dedizione e bellezza. La storia di Gianni Paxia.

Quando Gianni, fiorentino, nel 2008 scopre Schiara, una piccola frazione a pochi passi dalle Cinque Terre, è amore a prima vista. Qui compra un rustico a strapiombo sul mare, lo sistema insieme alla moglie Francesca e ci si trasferisce per buona parte dell’anno. Ma l’amore per questo territorio va oltre la contemplazione e si traduce in azione. Nel 2013 Gianni fonda una onlus insieme ad altri locali, viticoltori e non: Per Tramonti ODV, che dà vita al progetto T.R.A. MONTI – Terre Restituite all’Agricoltura, allo scopo di piantare nuovi vigneti su terreni abbandonati. “Il nostro progetto è nato per tenere insieme il territorio e convertire i terreni incolti in vigneti. Oggi coltiviamo 2500 mq producendo circa 800 / 1000 bottiglie all’anno del nostro vino, il Cimento, prodotto dalle uve autoctone delle Cinque Terre: Vermentino, Albarola e Bosco, più una, il Petit Manseng, che ci fa uscire dalla Dop Cinque Terre, ma ne vale la pena”. Questo vitigno a bacca bianca originario della Guascogna conferisce infatti un sapore unico al bianco Cimento. E porta la firma di Walter De Batté, enologo molto apprezzato in Liguria. “A lui dobbiamo tanto – continua Paxia – è stato il primo a rispondere al nostro appello all’inizio di questa avventura. Se il nostro vino piace, è grazie a lui.”

 

Oggi il Cimento è prodotto in piccoli quantitativi, com’è regola in Liguria, data la scarsa superficie vitata e le difficoltà nel coltivare, dovute alle pendenze del territorio e alla difficoltà di raggiungere i vigneti con mezzi meccanici, tanto che in vigna si fa quasi tutto manualmente. L’associazione si sostiene con la quota fissa dei soci, circa un centinaio, il 5 per mille e il contributo libero di altre persone occasionali. Oltre, ovviamente, alla vendita del vino disponibile online solo su Liguria Wine Shop.

Leave a comment

0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoTorna allo shop